XXXIII edizione concorso “Diventiamo cittadini europei”

Sulla base della Convenzione con il Consiglio regionale del Piemonte, l’Istituto Universitario di Studi Europei si occupa di realizzare, in collaborazione con la Consulta Europea, alcune fasi della trentatreesima edizione del Concorso “Diventiamo cittadini europei” (a.s. 2016-17).

Il concorso si rivolge in particolare alle scuole di istruzione secondaria di II grado del Piemonte, e si sviluppa nelle seguenti tre fasi:

  • emanazione del bando di concorso;
  • organizzazione del corso di aggiornamento per insegnanti e delle conferenze nelle scuole;
  • valutazione degli elaborati e individuazione dei vincitori dei viaggi studio.

L’Istituto si è in particolare occupato dell’individuazione dei 2 temi proposti alle classi come oggetto del concorso.

Al fine di meglio preparare gli studenti allo svolgimento degli elaborati, nei mesi di novembre e dicembre sono state organizzate 17 conferenze nelle scuole superiori della regione.

L’Istituto ha curato in particolare la scelta ed il coordinamento scientifico dei conferenzieri e della parte contabile e gestionale del progetto.

Il Centro di Documentazione europea dell’Istituto ha preparato il materiale bibliografico e di approfondimento.

Il 18 novembre 2016, presso la sede del Consiglio Regionale del Piemonte, si è tenuta la XX edizione del corso di aggiornamento per insegnanti, sul tema: “Politica estera ed immigrazione: il ruolo dell’Unione europea” dedicata all’approfondimento delle seguenti tematiche:

  • Politica estera: l’Europa al bivio o su un binario morto?
  • Sfide internazionali e ruolo dell’unione europea
  • Unione europea e immigrazione
  • Le politiche dell’Unione europea in materia di immigrazione

In tale occasione il Centro di Documentazione europea dell’Istituto si è occupato della preparazione del materiale bibliografico e di approfondimento.

Nel mese di Gennaio 2017 sono stati svolti gli elaborati da parte degli studenti, successivamente corretti e valutati da una commissione esaminatrice, individuata dall’Istituto, formata da 5 professori universitari ed esperti in problematiche europeistiche, la quale ha avuto il compito di compilare la graduatoria e individuare i vincitori del concorso.

Da evidenziare infine, come già negli anni precedenti, l’ottima collaborazione e il costante accordo tra l’Istituto e lo staff della Consulta Europea, che hanno favorito il coordinamento, l’organizzazione ed il successo dell’iniziativa.