La crisi innescata dalla pandemia per COVID 19 ha, e continua ad avere, pesantissime conseguenze in ambito economico, sociale ed occupazionale.

L’impatto sul mercato del lavoro, soprattutto in paesi, come l’Italia, che già soffrivano di rallentamenti occupazionali, rischia di essere elevato soprattutto nei settori più penalizzati dalla crisi pandemica.

E’ più che mai necessario disegnare per i giovani laureati un’offerta formativa adeguata alle necessità del mercato del lavoro. Secondo i dati del rapporto Excelsior “Previsioni dei fabbisogni occupazionali e professionali in Italia a medio termine (2020-2024)”, tra il 2020 e il 2024 il mercato del lavoro italiano potrebbe richiedere un totale di 898.300 neolaureati. Tra questi, si stima che per l’area giuridica saranno necessarie 87.600 unità (pag. 21 del rapporto).
Aspetto essenziale per l’occupabilità dei giovani laureati saranno le competenze sviluppate.

Come si legge nel rapporto Excelsior “La domanda di professioni e di formazione delle imprese italiane nel 2020”): “Il divario tra le competenze richieste e quelle possedute dai lavoratori continua a essere elevato ed è destinato ad accrescersi ulteriormente nei prossimi anni. I divari più rilevanti riguardano competenze quali la capacità di analisi e di problem solving, la capacità di lavorare in autonomia, la capacità di apprendimento, la resilienza, la tolleranza allo stress e la flessibilità. I responsabili d’impresa ritengono che circa il 40% dei lavoratori avrà necessità di una riqualificazione e si aspettano che i lavoratori acquisiscano nuove competenze durante la vita lavorativa (….). La questione non riguarda solo le competenze specifiche di carattere tecnico, ma si estende anche alle competenze più trasversali, quelle che spesso vengono chiamate soft skills.(….) Queste risultano tra le competenze più richieste per molte professioni, al cui rafforzamento è opportuno puntare a prescindere dagli apprendimenti che si acquisiscono durante il percorso formativo. (Pag 13, del rapporto).

Pertanto anche i laureati di area giuridica dovranno cercare di ridisegnare la propria formazione, arricchendola di competenze ed esperienze che meglio rispondano alle richieste del mercato.

Ai giuristi vengono offerte opportunità di lavoro soprattutto come avvocati di studio, esperti legali d’impresa e in attività attinenti al settore finanziario e creditizio.

Le principali competenze trasversali richieste per questi laureati sono: flessibilità e adattamento, capacità di lavorare in gruppo, capacità di risolvere problemi e di lavorare in autonomia, capacità comunicativa in italiano e inglese, competenze digitali (e-skills) e competenze green.

Il programma della Summer School è stato disegnato proprio sulla base di queste valutazioni. Il progetto si articola infatti

  1. su temi strategici trattati con metodo interdisciplinare giuridico ed economico
  2. sulla valorizzazione e rafforzamento delle competenze trasversali dei partecipanti, che lavoreranno su casi pratici , discussioni di gruppo , disamina di documenti (in IT e EN) per saper meglio gestire criticità strutturali e interpersonali.

Ogni modulo si articolerà in due/tre settimane di e-learning (su piattaforma moodle) e in due/tre giornate di face-to-face.

E-learning

10 maggio – 19 luglio 2021

Per la parte di e-learning, verrà creata una piattaforma dedicata alla quale potranno accedere tutti i partecipanti i quali interagiranno attraverso un forum guidato da un tutor scientifico. Nella piattaforma verranno introdotti gli argomenti dei moduli prescelti, inserendo materiali audio-visivi, documentazione, esercizi e riferimenti bibliografici.

La parte di e-learning è “propedeutica” e strumentale alla parte di face-to-face , nel senso che mira a fornire o consolidare informazioni e spunti critici , in modo tale che i partecipanti possano affrontare la parte frontale e trarre il massimo beneficio dalle due giornate di workshop interattivo con i rappresentanti delle aziende e degli studi coinvolti.

Nella parte di e-learning i partecipanti avranno a disposizione per ogni modulo una parte introduttiva a cura del docente, brevi videoregistrazioni e materiale bibliografico. Un forum gestito dal tutor scientifico proporrà settimanalmente un quesito o un argomento di discussione. Tutti i partecipanti saranno invitati ad intervenire, giacché la loro partecipazione verrà costantemente monitorata e valutata.

Interventi e documentazione potranno essere in italiano e/o inglese.

Face-to-face (o webinar causa covid-19)

15 settembre – 8 ottobre 2021

Nella parte di face-to-face, a ciascun modulo sono assegnate due/tre giornate consecutive di 5 ore ciascuna.

Diversamente dall’e-learning si tratta di una parte estremamente operativa ed interattiva, dove il materiale utilizzato sarà costituito essenzialmente da mock cases, esempi di clausole, template, esercitazioni, role play e workshop.
Interventi e documentazione potranno essere in italiano e/o in inglese.

La partecipazione attiva e diretta di imprese e studi legali nella preparazione, gestione e docenza delle giornate di face-to-face, mira ad attualizzare e concretizzare le competenze accademiche acquisite (riprese e rafforzate mediante la piattaforma di e-learning).

L’edizione del 2020, a causa dell’emergenza Covid, ha dovuto utilizzare, per la parte solitamente svolta in aula, la modalità webinar.

Incontro finale con aziende e studi legali (o webinar causa covid-19)

La Summer School si concluderà con una conferenza e un incontro con tutte le aziende e gli studi legali che hanno partecipato al programma.

In tale circostanza, dopo una breve presentazione degli enti, i partecipanti alla Summer School potranno incontrare direttamente giuristi d’impresa, HR e avvocati, presentare il proprio CV e conoscere modalità di reclutamento e possibilità di tirocini.

MODULI PROPOSTI

International Business Contracts / Contratti commerciali internazionali

Risorse coinvolte

Docente UNITO
Avio Aero
Gianni, Origoni, Grippo, Capelli & Partners
Azimut Benetti Group

Descrizione modulo
Mergers & Acquisitions / Fusioni e acquisizioni

Risorse coinvolte

Docente PoliTO – Cleary, Gottlieb Steen & Hamilton LLP
Lavazza
R&P Legal

Descrizione modulo
IP & Marketing Strategy / Proprietà intellettuale e strategie di marketing

Risorse coinvolte

Ricercatore Università di Buenos Aires
Ferrero
Jacobacci e Associati

Descrizione modulo
Corporate Organisation & Business Compliance / Assetti organizzativi d'impresa e rispetto di normative e procedure

Risorse coinvolte

Docente UniTO
DiaSorin
Deloitte Legal

Descrizione modulo
Coaching & Soft Skills

Risorse coinvolte

Professional Advisor & Counsellor
Flower&Klein

Descrizione modulo
International Taxation

Risorse coinvolte

Docente UniUpo
RSM Studio Palea Lauri Gerla

Descrizione modulo
Modulo opzionale: Legal Business English

In considerazione dell’importanza della terminologia giuridica inglese relativamente agli argomenti trattati è stato introdotto un modulo opzionale di 18 ore di LEGAL BUSINESS ENGLISH.
La lingua inglese è infatti veicolo essenziale per transazioni e contratti internazionali, negoziazioni, marketing, aspetti finanziari, etc. La capacità di usare e comprendere in inglese il linguaggio legale / commerciale insieme a una forte padronanza di competenze comunicative è infatti essenziale per costruire relazioni umane e commerciali efficaci.

Il corso pertanto, seppure opzionale, è consigliato in particolar modo ai partecipanti alla Summer School che abbiano una competenza linguistica intermedia e che necessitino di un rafforzamento e di una specializzazione di ambito legale e business.

In tal senso, a coloro che invieranno la domanda di ammissione alla Summer School , verrà chiesto di indicare nel form di iscrizione anche l’eventuale adesione al corso di Legal Business English, ad un costo agevolato e molto contenuto (€ 90,00).
Dopo la data di scadenza per le iscrizioni, ove restassero posti disponibili, il corso verrà aperto anche ad esterni alla tariffa ordinaria.

Aspetti formativi caratterizzanti

  • approccio interdisciplinare: alle competenze giuridiche si affiancano quelle economiche gestionali oltre alle cd. soft skills. Tale approccio è indispensabile per affrontare analisi di strategie e strumenti di gestione, siano essi interni a dinamiche aziendali o di studio professionale;
  • struttura modulare della formazione: si partirà da alcune tematiche strategiche che meglio si prestano a far lavorare i partecipanti su casi, discussioni di gruppo e criticità (learning by doing). Alla parte di formazione più tradizionale (in modalità e-learning), si affiancherà pertanto l’attività di workshop, mirata a perseguire un obiettivo professionale concreto e realizzabile;
  • taglio executive: la partecipazione di imprese e studi legali nei vari workshop si configura come un valore aggiunto che mira a rispondere a esigenze professionali richieste dal mercato del lavoro;
  • lingua italiana e inglese: l’utilizzo delle due lingue rappresenta un punto di forza in quanto la capacità di lavorare e produrre documentazione anche in inglese è una competenza essenziale per qualsiasi profilo aziendale o professionale.