I giovani laureati italiani, pur avendo un’ottima formazione universitaria, spesso sono penalizzati nella ricerca di un impiego da un fondamentale disallineamento tra la domanda e l’offerta di lavoro qualificato. Di conseguenza, il tasso di impiego dei giovani qualificati in Italia nel 2018 è stato del 56,5% contro l’81,6 della media UE.

Questo fenomeno può essere ricondotto a due fattori tra loro complementari: un “gap di offerta” e un “gap di competenze”.

In base a recenti indagini a livello italiano ed europeo, infatti, le imprese fanno fatica a trovare laureati con le idonee competenze, in quanto spesso il titolo di studio non corrisponde ad una formazione spendibile nel mondo del lavoro e alla necessaria esperienza (gap di offerta).
Per i neo-laureati, inoltre, è inoltre essenziale possedere particolari competenze trasversali o soft skills (gap di competenze) a completamento delle capacità e conoscenze strettamente legate alla professione.

Per affrontare questo problema, l’Istituto Universitario di Studi Europei ha disegnato la Summer School “LEGAL BUSINESS SKILLS FOR EUROPE” che ha raccolto sostegno, patrocinio e collaborazione di numerosi enti accademici e istituzionali, nonché la collaborazione di importanti aziende e studi legali che intervengono per la docenza frontale.

Il progetto ha un approccio interdisciplinare e un taglio executive, utilizzando sia la lingua italiana che quella inglese quali lingue di lavoro e si articola in una prima fase in distance learning, della durata di circa 3 mesi, ed una seconda fase di formazione frontale di circa 15 giornate formative .

Edizione 2020

Per la prossima edizione sono previste le seguenti date:

E-learning: 9 marzo – 22 maggio 2020

Face-to-face: 10 giugno – 3 luglio 2020

La scadenza per l’invio delle candidature per l’edizione terza edizione (2020) è prevista il 12 febbraio febbraio.

Per informazioni: info@iuse.it